ita
Cambia la lingua in English

Alta Langa

Il “Metodo Classico o Champenoise” è stato applicato per la prima volta in Italia in Piemonte nel 1850. In Enrico Serafino la produzione è iniziata nel 1878 nelle stesse cantine sotterranee utilizzate ancora oggi per i propri Alta Langa docg.

Nel 1990, il Consorzio delle Case Storiche Piemontesi creò il “Progetto Metodo Tradizionale” con lo scopo di individuare le zone migliori per il Pinot Nero e lo Chardonnay in Piemonte. La ricerca individuò le aree più vocate nelle alte colline alle spalle di Barolo e Barbaresco: l’Alta Langa. La sperimentazione sul campo iniziò con la selezione dei terreni, degli uomini e dei cloni migliori e portò all’impianto dei primi 50 ettari di vigneto a prevalenza Pinot Nero. Enrico Serafino può affermare con orgoglio di controllare ancora il 20% circa di quei preziosi vigneti sperimentali.

Il risultato di quel percorso è la selettiva docg Alta Langa che ha regole non paragonabili con nessun’altra denominazione. Queste regole riguardano l’altitudine dei vigneti, almeno 250 metri s.l.m., il millesimo obbligatorio su ogni bottiglia così come il periodo minimo di affinamento sui lieviti, non inferiore ai 30 mesi.

Ad oggi, Enrico Serafino è il produttore di Alta Langa più premiato. Questa riconosciuta qualità nasce dal controllo dei vigneti, dall’esperienza specifica nella denominazione, dalla disponibilità di molte annate di vini di riserva, dalla scelta di evitare distillati nella Liqueur d’expédition e, infine, dalla lunga fermentazione dei vini in bottiglia a contatto con i propri lieviti.